Doposcuola abusivi in pieno centro. E ai 100 studenti pasti «fuorilegge»

La guardia di finanza ha effettuato un controllo nei confronti di un baby parking-doposcuola sito a Caserta, nella centralissima via Roma, gestito da una cooperativa sociale.
All’atto dell’accesso, svolto unitamente ad ispettori dell’Asl e dell’ispettorato territoriale del lavoro di Caserta, è stato accertato che i locali siti in via Daniele e in via Roma erano in realtà sedi secondarie non dichiarate di una cooperativa sociale che operava nei pressi. Nelle due sedi totalmente abusive ogni giorno venivano accolti più di 100 studenti di scuole elementari e medie, che venivano affidati a personale non qualificato, di cui 7 su 11 completamente “in nero”. Oltre all’attività extrascolastica veniva anche somministrato cibo preparato dallo stesso personale in ambienti non autorizzati e non in linea con i requisiti igienico sanitari necessari.
È stata quindi disposta l’immediata sospensione dell’attività di preparazione e somministrazione dei pasti ed è stata irrogata una maxi sanzione per il lavoro irregolare.
Venerdì 9 Febbraio 2018, 10:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP