Da Mannoia a Morricone, la nuova estate alla Reggia di Caserta

di ​Lorenzo Iuliano

  • 2994
CASERTA - Dalla lirica al pop. La nuova stagione di eventi alla Reggia di Caserta non punta sull’opera ma su musica leggera e orchestre da camera. Il programma finanziato dalla Regione Campania e da imprenditori privati è in via di ultimazione, ma il cartellone è stato già delineato, anche se in attesa dell’ufficialità.
Tramonta il format di «Un’estate da Re», che l’anno scorso portò le grandi arie della storia a Palazzo reale, su iniziativa del presidente Vincenzo De Luca. Si ridimensiona il calendario di appuntamenti con un taglio nettamente diverso. Si comincia con alcuni grandi nomi portati dagli organizzatori di «SonaRè festival», che da San Leucio si trasferirà nei cortili del monumento vanvitelliano. La partenza è fissata per il 29 giugno con il concerto, garanzia di succeosso, di Massimo Ranieri. A seguire il 4 luglio ci sarà il «live» di Fiorella Mannoia, reduce dal secondo posto di Sanremo; il 7 luglio i ritmi jazz geniali di Stefano Bollani travolgeranno il pubblico; il 10 luglio farà tappa al sito Unesco casertano uno degli eventi del Napoli Teatro Festival, non ancora individuato in maniera definitiva.
L’appuntamento clou è promosso dalla Regione ed è in programma l’11 luglio con l’esibizione a Caserta di Ennio Morricone. Il maestro dirigerà l’orchestra (molto probabilmente quella del Teatro San Carlo di Napoli oppure del Verdi di Salerno) proponendo i suoi brani da Oscar e un viaggio nella musica per il cinema. Sarà anche l’occasione per ripercorrere la straordinaria carriera del maestro, autore di colonne sonore entrate nella memoria collettiva, da quella di «C’era una volta in America» fino a «Nuovo Cinema Paradiso» o «Gli Intoccabili». Restano solo da definire gli ultimi dettagli del suo arrivo, prima dell’annuncio ufficiale. Si proseguirà il 14 luglio con il concerto di Fabrizio Moro, mentre il 18 luglio altro grande evento con il talento di Ezio Bosso che sarà accompagnato dall’orchestra del San Carlo. Non è finita. Il 22 luglio sarà la volta di Pietro Condorelli che proporrà i Carmina Burana di Orff in chiave jazz. Gran finale il 26 luglio con il tributo degli Avion Travel al loro chitarrista Fausto Mesolella, scomparso di recente, ma che lascia un ricordo e una passione vivissimi in città. Da chiarire ancora la formula per l’ingresso del pubblico: gli eventi o saranno gratuiti ma con posti numerati oppure saranno a prezzi popolari, per consentire a tutte le fasce di reddito e di età di vivere una nuova estate di concerti e bellezza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 15 Maggio 2017, 08:47 - Ultimo aggiornamento: 14 Maggio, 21:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP