Chiedono l'elemosina, poi tentano rapina: denunciati

di ​ Vincenzo Ammaliato

Esce dalla banca di Pinetamare dove ha appena effettuato un’operazione e due rom le si avvicinano per chiederle un’elemosina. La donna di Castel Volturno con la coda dell’occhio si accorge di un terzo nomade, probabilmente appartenente allo stesso gruppo, seduto alla guida di un’auto parcheggiata vicino ma col motore acceso. Teme per una rapina. Si sente messa all’angolo e tenta di liberarsi dalla presenza delle due persone che le chiedono costantemente degli spicci, ma la pretesa si fa ancora più insistente. A questo punto urla per attirare l’attenzione dei passanti e scappa dritto nel vicino commissariato di polizia. Una volta sentita al sicuro, verbalizza l’episodio. Poco dopo una volante si reca sul posto e trova effettivamente il gruppo di nomadi ancora nei pressi della banca, compreso l’uomo alla guida dell’auto sospetta. I tre sono condotti all’interno del palazzo di polizia dove sono interrogati. I rom raccontano agli agenti che la donna che li ha denunciati si è soltanto impressionata; che loro le avevano chiesto un’elemosina e che mai avrebbero provato a rapinarla. Gli agenti del commissariato diretto dal vicequestore Luigi Graziano redigono il verbale e denunciano i tre uomini a piede libero. I nomadi possono quindi lascare il posto di polizia, mentre continuano le indagini degli inquirenti.
Giovedì 4 Gennaio 2018, 16:09 - Ultimo aggiornamento: 04-01-2018 16:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP