Caserta, scacco al clan Ligato:
eseguite sei misure cautelari

Nella mattinata odierna, in Pignataro Maggiore e comuni limitrofi, militari del Reparto Operativo di Caserta e della Compagnia di Capua hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di 6 persone ritenute responsabili di associazione di tipo mafioso, estorsioni, lesioni e minacce, con l’aggravante del metodo mafioso.

L’indagine ha consentito di disarticolare i vertici del “clan Ligato” , attualmente retto da 2 figli (Antonio Raffaele Ligato e Felicia Ligato – destinatari del provvedimento in argomento) dello storico capo clan Raffaele Ligato (classe 1948, detenuto al 41bis), nonché di accertare la commissione di numerose estorsioni commesse ai danni di imprenditori e esercenti commerciali dell’area di competenza, poste in essere attraverso l’imposizione di beni (quali ad es. gadget natalizi, materiale di cancelleria e slot machine) o la richiesta di periodiche somme di denaro (dai 500 € a settimana a elargizioni di diverse migliaia di € in occasione delle festività).
Giovedì 10 Maggio 2018, 08:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP