Accusata di aver raccomandato la segretaria, archiviazione per la deputata Sgambato

di Mary Liguori

  • 46

Il gip ha archiviato le accuse nei confronti della parlamentare Pd Camilla Sgambato che era indagata con l’accusa di aver raccomandato un componente dell’ufficio di piano. Archiviata anche la posizione dell’ex responsabile provinciale del Pd di Caserta, Raffaele Vitale. I due politici sono rappresentati dagli avvocati Paolo Trofino, Alfredo Marrandino e Giuseppe Stellato. 

Erano finiti nell’inchiesta che due mesi fa ha portato all’arresto dell’ex sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Biagio Di Muro,  e ai domiciliari per altre cinque persone. La Procura sammaritana diretta da Maria Antonietta Troncone aveva iscritto sul registro degli indagati ventotto persone per reati, contestati a vario titolo, che vanno dalla truffa ai danni della Presidenza del Consiglio al voto di scambio fino all’abuso d’ufficio e alla turbativa d’asta. La deputata Sgambato rispondeva di abuso d'ufficio in concorso con l'ex coordinatore provinciale del Partito democratico. 

Secondo l’accusa, nel 2015 furono manipolati i bandi per l’affidamento dei servizi socio-assistenziali nell’ambito C8 a Caserta per favorire cooperative vicine all’ex sindaco Di Muro che è finito di nuovo in carcere, dopo essere stato arrestato nel 2016, mentre era in carica, nell'ambito di un'indagine anticamorra.  
Venerdì 19 Gennaio 2018, 13:02 - Ultimo aggiornamento: 19-01-2018 21:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP