Abbattimenti entro maggio,
così rinasce la spiaggia di Bagnara

di Vincenzo Ammaliato

CASTELVOLTURNO - Da almeno un decennio sulla costa domiziana sono il simbolo dell'incapacità istituzionale di risolvere e affrontare i troppi problemi cui soffre il litorale casertano. Fotografi, giornalisti registi (anche stranieri) fanno capolinea fra queste macerie, come incantati dal morboso fascino che restituiscono. La gente del posto pare addirittura abituata al delirio, e quasi ignora il pericolo reale che rappresentano. C'è anche chi stende il telo da mare fra calcinacci e spuntoni di ferro e si distende al sole come se si trovasse su una spiaggia normale. Ma qui c'è di tutto tranne che normalità. Perché siamo sulla spiaggia di Bagnara, caratterizzata dalla presenza delle case erose dal mare, per le quali dovrebbe essere arrivata la fine per mano delle istituzioni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 11 Dicembre 2018, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP