Cosenza, «Mio figlio è autistico per colpa del vaccino»: 40enne picchia un medico

ARTICOLI CORRELATI
4
  • 603
Aveva minacciato, immobilizzato e picchiato un dirigente medico addetto al punto vaccinale di Diamante dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, ritenendolo responsabile della patologia di cui è affetto il figlio e causata, a suo dire, proprio dalla somministrazione di un vaccino. Un impiegato quarantenne è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Scalea.

L'arresto dell'uomo è in esecuzione di un'ordinanza di applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip di Paola su richiesta della Procura. L'attività investigativa dei carabinieri ha permesso di ricostruire tutte le fasi dell'episodio, avvenuto lo scorso 14 giugno, raccogliendo elementi sufficienti per l'emissione della misura. Già da un anno l'uomo, padre di un bambino autistico, accusava il medico e aveva avuto con lui più di un confronto. 
Lunedì 31 Luglio 2017, 11:32 - Ultimo aggiornamento: 01-08-2017 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-08-01 00:01:27
Medio evo prossimo futuro. Da paese del rinascimenti ai paesi di invasioni barbariche. Solo che stavolta i barbari rozzi ed ignoranti sono al nostro interno. Vaiolo e polio sono stati sconfitti dalle vaccinazioni così come morbillo etc. Come si fa a non capire che le malattie si debellano se tutta la popolazione offre un fronte resistente al contaggio? Poi bella socialità, i No Vax vogliono coprire se stessi facendo vaccinare gli altri senza partecipare di persona. Sono dei parassiti sociali tipo baby pensionati che non hanno contribuito al sistema ma ne prendono i benefici compresi gli adeguamenti da inflazione. Che brutto paese ci stiamo ritrovando
2017-07-31 14:11:38
L'italia sperimenterà la prima vaccinazione multivaccinica di massa del mondo;un paese ridotto a cavia.La cosa disdicevole e' che bisogna farsi tutti e 10 i vaccini in un lasso di tempo limitato. L'altra cosa che non si capisce e' l'obbligatorietà.Se uno vaccinandosi si protegge che importanza ha se un suo vicino non si protegge?Saranno cavoli del vicino.Ma la verità e' che il vaccino non protgegge al 100 % e quindi l'unico modo di scamparla e' che non si sviluppi l'epidemia. E allora dovrebbero essere vaccinati anche gli insegnanti e i genitori;chi frequenta i parchi giochi, il personale di mensa e quant'altro.
2017-08-01 00:32:57
il problema è che anche chi si vaccina può ammalarsi, senza dimenticare che chi si vaccina è un untore a sua volta e può mischiare e contagiare gli altri. purtroppo il vaccino non è un farmaco, non è ritenuto un medicamento e quindo non è soggetto a test seri e duraturi. i vaccini li fanno e li iniettano senza alcun problema, difatti i bambini saranno cavie. ma la cosa più squallida è che a fare queste porcate è stato un governicchio abusivo e senza alcuna legittimazione che l'anno prossimo andrà a casa insieme a quella persona dannosa e fastidiosa della boldrini...
2017-08-01 09:32:03
La Boldrina serve a portare "risorse" in Italia, rispetto per favore!!!

QUICKMAP