Svuotati conti correnti e libretti,
Poste: «Impiegati licenziati o sospesi»

ARTICOLI CORRELATI
«Poste Italiane ha offerto, come di consueto, e sin dal 2015, anno dell'avvio dell'indagine, la massima collaborazione alla polizia giudiziaria di Reggio Calabria, impegnata nell'inchiesta su una ipotesi di truffa alla quale avrebbero concorso alcuni suoi dipendenti. L'Azienda è parte lesa nella vicenda». È quanto riferisce la società in merito all'inchiesta che oggi ha portato all'arresto di 29 persone che, con la complicità di alcuni dipendenti, si appropriavano di somme da conti, buoni e libretti di anziani.

«Poste Italiane - prosegue la nota - ha assunto provvedimenti immediati nei confronti degli indagati: alcuni impiegati sono stati licenziati già nel 2015 per gravi irregolarità interne già accertate autonomamente dall'Azienda, per altri è scattata la sospensione».

 
Mercoledì 16 Maggio 2018, 19:51 - Ultimo aggiornamento: 17 Maggio, 10:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP