'Ndrangheta, membro di una cosca ucciso in un agguato: colpito bimbo di 10 anni

ARTICOLI CORRELATI
1
  • 33
Un uomo è morto e un bambino è rimasto ferito non in maniera grave in un regolamento di conti riconducibile alla 'ndrangheta. Giuseppe Fabio Gioffrè, pregiudicato di 39 anni, presunto esponente dell'omonima cosca di 'ndrangheta, è stato ucciso in un agguato in un terreno di sua proprietà in località «Venere» di Seminara.

Nell'agguato è rimasto gravemente ferito un bambino di nazionalità bulgara di dieci anni che si trovava insieme a Gioffrè e che è stato ricoverato con prognosi riservata negli «Ospedali riuniti» di Reggio Calabria. Indagano i carabinieri della Compagnia di Palmi.
  

A compiere l'agguato contro Gioffrè, secondo quanto é emerso dai primi accertamenti, sono state due persone che erano armate di fucili caricati a pallettoni. Giuseppe Fabio Gioffrè, colpito in parti vitali, è morto all'istante. Il bambino, che era accanto a lui, è stato colpito da uno dei pallettoni sparati dagli assassini, che si sarebbero allontanati a piedi nelle campagne circostanti. Il bambino è stato soccorso da alcune persone che sono accorse sul posto, richiamate dai colpi di fucile, e portato d'urgenza negli «Ospedali riuniti» di Reggio Calabria.
Sabato 21 Luglio 2018, 14:52 - Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 12:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-24 14:09:46
a finale i calabresi non sono né napoletani né siciliani non si sa cosa sono ..

QUICKMAP