Locri, scritte sul muro Vescovado:
«Più lavoro meno sbirri»

ARTICOLI CORRELATI
Dopo la visita di ieri del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, una scritta «più lavoro meno sbirri», è stata tracciata la notte scorsa sul Vescovado di Locri dove risiede il vescovo Francesco Oliva e che in questi giorni ospita don Luigi Ciotti, presidente di Libera, per la manifestazione nazionale della Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Ieri Mattarella aveva lanciato un duro monito contro le mafie affermando, tra l'altro, che i mafiosi «non hanno onore»

Sul Vescovado di Locri è stata trovata anche un'altra scritta: «don Ciotti sbirro». Entrambe le frasi sono state subito cancellate, stamani, dagli operai del Comune.
Lunedì 20 Marzo 2017, 09:47 - Ultimo aggiornamento: 20-03-2017 19:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-03-20 15:21:47
il presidente meno rappresentativo insieme a Napoletano
2017-03-20 17:22:22
purtroppo silvio non c'è la fatta, sai che orgoglio essere rappresentati da lui
2017-03-20 14:21:11
toh.... mi ricorda tanto una scena di "sud" di salvatores. quando il disoccupato ciro ascalone risponde al maresciallo: "come facciamo a chiedere il lavoro ai carabinieri". in quanto alla frase di mattarella, giusta, certo. talmente azzeccata che vale la pena di riutilizzarla in altre circostanze non meno consone: l'anniversario di ustica, ad esempio.

QUICKMAP