'Ndrangheta, maxi blitz contro i clan di Lamezia Terme: fermate 52 persone in tutta Italia

di Serafina Morelli

CATANZARO - Associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico illecito di sostanze stupefacenti, possesso illegale di armi ed esplosivi, estorsione, danneggiamento aggravato, rapina. Queste le accuse formulate, a vario titolo, a carico di 52 persone fermate stamane a Lamezia Terme dagli uomini del Comando provinciale dei Carabinieri di Catanzaro che hanno eseguito un decreto di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. I destinatari delle misure sono presunti affiliati alla cosca 'ndranghetista Cerra-Torcasio-Gualtieri attiva nella piana di Lamezia.

La misura, scaturita da un'inchiesta del nucleo investigativo di Catanzaro e della compagnia di Lamezia Terme, avrebbe permesso di documentare l'operatività della cosca dedita ad un controllo asfissiante del territorio mediante attività estorsive e danneggiamenti ai danni di imprenditori e commercianti ed allo spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini avrebbero anche consentito di recuperare e sequestrare ingenti quantitativi di armi e droga nonché di individuare ed arrestare gli autori di numerosi danneggiamenti effettuati per volontà dei capi cosca. 
Martedì 23 Maggio 2017, 09:43 - Ultimo aggiornamento: 23-05-2017 15:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP