Luciano Pignataro

Piazza Municipio, scontro di culture
spaghetti to go contro McDonald's

di Luciano Pignataro
Napoli città di contrasti. Quante volte lo abbiamo letto,detto e scritto. Bellezza contro degrado, ricchezza cotnro povertà, legalità contro camorra, velocità e lentezza, cultura e ignoranza, grattacieli e bassi.
Non poteva dunque che capitare qui il contrasto gastronomico per eccellenza posto simbolicamente uno di fronte all'altro a piazza Municipio. Di fronte al Mc Donald's, uno degli ultimi rimasti, ha aperto il Di Martino Sea Front, spaghetti to go.
Si arriva, in pochi minuti si ha il proprio piatto di spaghetti al pomodoro, quello buono coltivato sulle colline di Castellammare con tanto di fetta di pane sul fonso per la scarpetta. Il tutto per cinque euro.
Una rivoluzione vera e propria: avere un buon piatto di spaghetti senza perdere tempo. Un po' come a Bologna l'hotel I Portici ha creato con lo chef napoletano Agostino Iacobucci i tortellini to go, fatti a mano con un ottimo brodo di carne.
Al di là di tutto, quello che è davvero signficativo è che la nostra imprenditoria meridionale sembra sempre più capace di imporre il proprio modello di consumo aggiornandolo ai tempi. Certo, non c'è niente di più bello che farsi uno spaghetto seduti in trattoria. Però in una pizza dove transitano milioni di persone all'anno non si poteva vedere un Mc Donald's, espressione di una cultura gastronomica estranea al nostro passa, a cominciare dall'abuso di carne e dall'assenza di olio d'oliva come condimento principale.
Ora si potrà scegliere.
Alè.

Ps: a proposito, lo spazio è ad angolo destro guardando spalle al comune. Poi sopra ci si può sedere e mangiare i piatti giusti
Giovedì 3 Agosto 2017, 17:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti


QUICKMAP