Mastella: «Vertice in Regione sul rischio sisma»

mastella
di Andrea Ferraro

BENEVENTO - Un incontro di approfondimento con la Regione sul rischio sismicità nel Sannio. A chiederlo è il sindaco di Benevento, Clemente Mastella. La decisione, resa nota con un comunicato, è maturata non appena è stata diffusa la notizia dell’esito dello studio condotto dall’Ingv e dal Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, secondo cui i terremoti avvenuti nel dicembre 2013 nell’area del Sannio-Matese, e il conseguente sciame sismico, sono stati innescati da una risalita di magma nella crosta tra i 15 e i 25 chilometri di profondità. Uno studio, pubblicato sulla rivista Science Advanced, che evidenzia il rischio, proprio a causa della presenza di una sorgente di magma nell’area matesina, di terremoti «di magnitudo significativa» e più profondi rispetto a quelli finora registrati nell’area.
«Nelle prossime ore - dice Mastella - formuleremo una richiesta ufficiale alla Regione affinché venga convocata una riunione che coinvolga le istituzioni del territorio interessato al fenomeno, la Protezione civile, le Università degli studi di Napoli e del Sannio e i ricercatori dell’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia e del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia hanno condotto lo studio in modo da poter approfondire la valutazione del rischio sismico esistente nella suddetta area e poter quindi mettere a punto una strategia di interventi in grado di ridurre significativamente le conseguenze di eventuali eventi tellurici».
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 02:00 - Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio, 23:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP