Selfie e pistole: «Airola livee», la pagina Facebook dei baby detenuti

ARTICOLI CORRELATI
  • 729
Foto e selfie scattate dai baby boss detenuti nel carcere di Airola, in provincia di Benevento, sono state pubblicate anche su un profilo Facebook appositamente creato: «Airola livee». Una pagina che serviva ai ragazzi per comunicare con parenti e amici fuori dalle sbarre. La notizia, diffusa ieri, è stata resa nota da Donato Capece, segretario generale del Sappe, il Sindacato autonomo Polizia penitenziaria. Il social è stato utilizzato fino a pochi giorni fa, quando è stato denunciato. Tra complimenti e apprezzamenti, anche da parte di ragazze, spiccano frasi in dialetto del tipo: «Sei la mia vita». O ancora: «Amore di mamma, ti amo». Nei post, tra le decine di emoticon di baci, abbracci e ok, si notano anche teste di poliziotto con pistole alla tempia.
Mercoledì 2 Agosto 2017, 10:44 - Ultimo aggiornamento: 02-08-2017 18:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP