Sannio, la seconda edizione del premio internazionale Assteas

Sembrava ieri ed invece è passato un anno dalla prima edizione del premio internazionale Assteas, ci viene riferito dall’Ass. Culturale Xarte. Il premio che si è subito imposto come riferimento, in ambito nazionale ed internazionale, per la ceramica e le arti plastiche.

Il direttore artistico dott. Maurizio Caso Panza, evidenzia che il premio ha dimostrato per come è stato riconosciuto anche dalla Regione Campania che ha concesso il patrocinio, la necessità di qualificare il lavoro di artisti ceramisti ma nel contempo far conoscere la grande storia della ceramica che si è sviluppato nei millenni proprio a Cerreto Sannita dove ma sono stati rinvenuti dei resti di un forno per ceramica dell’epoca del neolitico.

Gli artisti in esposizione sia dall’Italia che dall’estero sono:“ Antonietta Acciani, Dorota Maria Adamska Margarito, Silvio Amato, Marcantonio Bibbiani, Alessandro Borrelli, Maria Grazia Campanelli, Daniela Cappuccio, Enrico Capuano, Alessandra Carnovale, Alessandro Carta, Maria Grazia Compare, Felice De Falco, Benedetta Del Monaco, Gioia Ferri, Cinzia Gaudiano, Emilio Iele, Antonio Magnotta, Laura Marmai, Rossella Mazzitelli, Cosimino Panza, Enzo Piatto, Alessandro Rillo, Daniele Rossi, Aniello Saravo, Emilio Sorvillo, Rosario Tortorella, Alfredo Verdile” hanno ben espresso il tema della “Fenice” nelle tre categorie “oggetti a forma decorata”, “oggetti a forma modella”, “vasi”.

Il tema “La Fenice” ed il suo risorgere dalle cenere è stato scelto in ricordo dei 330 anni dal terremoto che distrusse Cerreto Sannita. Infatti era il 5 giugno del 1688 ed un terremo del X – XI grado colpi e distrusse totalmente Cerreto.

L’inaugurazione avverrà alla presenza del Sindaco del Comune di Cerreto Sannita Geom. Parente Giovanni, del curatore del museo della ceramica prof. Zoschg Giuseppe, del Vice-Presidente dell’AiCC (Associazione Italiana Città delle Ceramiche) dott. Lucio Rubano, del direttore dell’Accademia di Fotografia “Julia Margaret Cameron” dott. Angelo Orsillo , dell’Associazione APTC Ruggiero Gianfranco, dell’Ass. Noi al Centro. Nell’occorrenza la poetessa Graziella Bergantino interpreterà la poesia “La Fenice” appositamente scritta.

La manifestazione continuerà fino al giorno 17 ed è ricca di eventi, un programma articolato anche con corsi gratuiti d’arte e convegno e presentazione di libri.

La mostra sarà visitabile con i seguenti orari: 09.30 – 12.30 e 16.30 – 19.00.

Gli eventi collaterali saranno come segue:

Giorno 3 giugno dalle ore 18.00.

Corso gratuito formativo con relativo attestato di “storia contemporanea della fotografia” a cura del dott. Angelo Orsillo, direttore dell’Accademia della Fotografia Julia Margaret Camerun di Benevento. La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita.

Giorno 6 giugno dalle ore 17.30

Convegno e studi a cura dell’Ass. Culturale sulla “Fenice”, spesso nota anche con l'epiteto di araba fenice e chiamata anche uccello di fuoco, è un uccello mitologico noto per il fatto di rinascere dalle proprie ceneri dopo la morte.

Giorno 9 giugno ore 18.30.

Presentazione del libro “Samnes” storia di amore, di lotte e successo di uno spaccato della società nell’antico Sannio del I sec. a. C. scirtto dal dott. Antonello Santagata.

Giorno 13 giugno ore 17.30.

Visita guidata ai reperti ceramici della Cerreto antica a cura dell’archeologo Lester Lonardo.

Giorno 16 giugno ore 18.30.

Presentazione del libro “certe volte facciamo gli stronzi” con relativo esperimento di analisi sociale a cura del dott. Maurizio Caso Panza.

Il giorno 17 giugno alle ore 11.00. Chiusura della premio Internazionale Assteas con la consegna
Venerdì 1 Giugno 2018, 16:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP