Pedofilo ucciso nel Sannio,
Calderoli: «Pene troppo lievi»

«La vicenda del pedofilo ucciso nella notte nel beneventano deve far riflettere. Un pedofilo, un orco - condannato a 11 anni per aver abusato nel 2009 di una bimba che poi si tolse la vita impiccandosi - ucciso a colpi di pistola appena uscito per il primo permesso premio. Aspettiamo che le indagini facciano chiarezza, ma anche questa tragica vicenda, dove ci sono due vittime, o la vicenda che arriva da Piacenza dove una donna nel suo bar è stata sequestrata e ferocemente violentata per ore, conferma che le pene per chi commette reati così gravi ed efferati sono troppo lievi e che la castrazione, chimica o chirurgica, rappresenterebbe un deterrente e al tempo stesso una punizione per chi supera certi limiti. Riflettiamoci». Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vicepresidente dell'assemblea di palazzo Madama.
Venerdì 20 Luglio 2018, 12:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP