Gli studenti di giurisprudenza della Federico II in visita al carcere di Benevento

di Paola Marano

Studenti di legge anche fuori dalle aule accademiche. Ieri un gruppo di oltre 150 studenti della facoltà di giurisprudenza della Federico II di Napoli ha incontrato i detenuti e gli operatori sociali della casa circondariale di Benevento. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di visitare alcune parti del carcere come i laboratori di sartoria, di musica, le aule scolastiche, la palestra, e  si sono confrontati con una serie di figure professionali che accompagnano il detenuto sin da quando entra in carcere: psicologi, psichiatri, e responsabili didattici. Gli studenti hanno inoltre ascoltato le storie di due detenuti, che si sono resi disponibili a rispondere alle loro domande. La visita è stata organizzata dai professori Sergio Moccia e Carlo Longobardo, con l'obiettivo di arricchire la formazione degli studenti andando al di là della tradizionale didattica accademica e fornendo loro un utile strumento di comprensione della funzione della pena ai fini della riabilitazione del condannato. «Voglio ringraziare i professori Longobardo e Moccia per averci permesso di organizzare questa visita così formativa per noi studenti di giurisprudenza - ha affermato il vice presidente del consiglio del dipartimento universitario, Giuseppe Langellotto -  è stata un' esperienza molto toccante e tutti i ragazzi sin dal primo momento sono stati entusiasti di partecipare».  «Viste le tante richieste che ci sono pervenute - ha concluso -  stiamo già organizzando altre esperienza di questo tipo».
Martedì 5 Dicembre 2017, 21:06 - Ultimo aggiornamento: 05-12-2017 21:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP