La carica di De Zerbi: «Benevento, ora punti in trasferta»

de zerbi
di Gianrocco Rossetti

BENEVENTO - Se qualcuno si aspettava un De Zerbi più rilassato o, almeno in parte, rasserenato dal punto conquistato contro il Milan, quel qualcuno si sbagliava di grosso. Il tecnico bresciano, nel consueto incontro settimanale con la stampa, si è presentato per nulla compiaciuto, anzi ancora più famelico e «arrabbiato». «Non c’è da essere appagati per il punto conquistato - dice - se non per aver cancellato lo zero. Al più la squadra può ritenersi felice per come è stato raggiunto il pareggio, della voglia e dell’intensità messa in partita sino al fischio finale. Ma si tratta solo di un inizio, con l’obbligo di accrescere ancor di più il nostro impegno».
In tal senso l’allenatore del Benevento si auspicava, da parte dei suoi calciatori, un ritorno agli allenamenti con accresciute motivazioni. «La squadra si è allenata benissimo, con grande dedizione e applicazione, senza farsi prendere troppo dal clima euforico all’esterno. Fra l’altro capisco che siamo, nel bene o nel male, una realtà da copertina ma, a mio avviso, si è parlato tanto del Milan, del gol di Brignoli ma forse poco della prestazione del Benevento, sicuramente superiore a quella dei rossoneri».
Venerdì 8 Dicembre 2017, 10:20 - Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 23:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP