Benevento: ok da Cantone, via al bando per la mensa

BENEVENTO - L’Anac ha dato l’okay. Il bando è a posto, può essere pubblicato. E questo farà il Comune di Benevento, andrà avanti con la gara di durata biennale per il servizio di refezione scolastica. Il parere positivo pervenuto dall’Autorità Nazionale Anticorruzione rimette in moto le procedure per l’affidamento della mensa, avviata da alcune settimane grazie al cosiddetto «pasto domestico», in modo da consentire la partenza del tempo pieno. Una fase transitoria, poiché, come noto, il regolamento licenziato dal Comune di Benevento prevede l’obbligatorietà di servirsi del pasto fornito dalla ditta che si aggiudicherà l’appalto. Non a caso, il sindaco Mastella ha dovuto firmare una sospensione della validità del regolamento sino alla data del 6 novembre, perché a scuola si potesse usufruire del «panino libero».
Ed il ricorso vinto recentemente da Quadrelle al Consiglio di Stato? L’amministrazione esclude cambi di rotta, ritenendo che, ormai, quella gara non sia d’attualità. Per molteplici motivi: l’ente, in presenza del dissesto, dichiarato a gennaio scorso mentre la gara dalla quale Quadrelle era stata esclusa risale a novembre 2015, non può sobbarcarsi una gara di durata quinquennale come, appunto, quella che vorrebbe le si aggiudicasse ora la ditta irpina, vista la sentenza emessa dal Consiglio di Stato. Ma, nell’arco di questi due anni, sono intervenuti altri atti che consentirebbero al Comune di andare avanti con la ripubblicazione della gara biennale: innanzitutto, è stato modificato il regolamento, variazioni, come abbiamo visto, non da poco; diverso ovviamente pure l’importo e sistema di gara, oltretutto ne era stata indetta un’altra alla quale la stessa Quadrelle ha preso parte. Da verificare, semmai, se ha diritto ad un’azione risarcitoria, pur se il Consiglio di Stato, almeno per la «vecchia» gara, quella annullata dall’allora dirigente Giuseppe Moschella, ha respinto la richiesta in tal senso prodotta da Quadrelle. Facile prevedere che di materiale per ulteriore contenzioso ce ne sarà, eccome.
Domenica 29 Ottobre 2017, 07:43 - Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre, 22:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP