Benevento, getta la droga dal balcone e finisce sui poliziotti

  • 425
BENEVENTO - Aveva temuto un controllo domiciliare, il pusher che ieri si è disfatto di diverse dosi di droga, gettandole dal balcone della sua abitazione, nella zona del rione Libertà. Ma nel cortile erano appostati agenti con il capo della Mobile. L’uomo, Saverio Tomaciello di 39 anni, è stato arrestato e condotto in carcere. Ieri mattina verso le dieci alla via Vitelli al Rione Libertà è scattato il blitz degli agenti della Squadra Mobile. I poliziotti sono saliti nell’abitazione di Saverio Tomaciello, che è al secondo piano. L’uomo, alla vista delle forze dell’ordine ha temuto che fossero impegnati in un controllo di ruotine. Pertanto ha dapprima simulato di voler aprire la porta d’ingresso, ma, mentre gli operatori salivano, si è repentinamente disfatto dello stupefacente gettandolo da un balcone in un cortile delimitato da un cancello. Evidentemente riteneva che poi, andati via agli agenti al termine del controllo, potesse riprendere la droga di cui si era disfatto. Ma i poliziotti erano appostati nel cortile. Così gli agenti della Squadra Mobile, in particolare il dirigente Emanuele Fattori, essendo proprio al limite del cancelletto ha potuto rendersi conto del vano tentativo di disfarsi della droga. Non c’è voluto molto così per recuperare ben 49 dosi, tra eroina e cocaina, contenute in due pacchetti di sigarette gettati dallo spacciatore.
Domenica 7 Maggio 2017, 10:13 - Ultimo aggiornamento: 6 Maggio, 22:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP