Aggressione ad Azzurro, Da Silva sceglie il silenzio

Benevento - Ha scelto di rimanere muto di fronte alle accuse . C’era anche l’interprete nel carcere di contrada Capodimonte, ma Paulo Francisco Da Silva, assistito dall’avvocato Antonio Bruno Romano, non ha profferito parola dinanzi ai giudici che lo interrogavano sull’aggressione a Roberto Azzurro, l’attore e regista napoletano ancora in ospedale per le ferite in numerose parti del corpo, una anche alla gola, riportate venerdì sera, allo svincolo di Paupisi, mentre tentava di difendersi dalle coltellate.
Martedì 8 Agosto 2017, 23:40 - Ultimo aggiornamento: 08-08-2017 23:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP