Airola, la banda delle bulle aveva già terrorizzato minorenni

AIROLA - Ci si interroga oggi in città dopo l’episodio di bullismo di gruppo compiuto ai danni di una bambina 12enne del posto e della sua compagna. Prima parolacce, sgambetti, tirate di capelli; poi, strette in un cerchio, in nove le hanno picchiate con pugni nello stomaco, calci e schiaffi. Un fatto grave, perché avvenuto in pieno centro, sul corso Giuseppe Montella, luogo di incontro e di passeggio per tanti giovani e giovanissimi, una sera come tante. Il giorno dopo la decisione della mamma di rendere pubblica l’aggressione, tanta la solidarietà sulla rete: ma anche il momento per riflettere e trovare una spiegazione ad una violenza che motivazioni non ha. 
Qualcuno che ha saputo oggi racconta di questo gruppo di ragazze: sembra siano di Arpaia e che si muovano la sera con la deliberata volontà comune di provocare per molestare. Qualche giorno prima un episodio simile con delle coetanee di Bucciano, opera dello stesso gruppetto, sempre per quello che raccontano i ragazzi.
Sabato 13 Maggio 2017, 08:07 - Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 22:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP