Detenuto tenta di far entrare droga
nel carcere minorile di Airola

Un tentativo di introdurre droga nel carcere minorile di Airola è stato sventato dagli uomini del Reparto della Polizia Penitenziaria. Lo rende noto il segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE Donato Capece, che ricostruisce anche quanto avvenuto: «Durante la perquisizione ad un detenuto italiano al rientro dal permesso premio, il personale di Polizia penitenziaria ha scoperto nella cucitura del pantalone della tuta delle cartine per tabacco. Insospettiti da tale comportamento, gli agenti hanno condotto il detenuto presso il nosocomio più vicino per farlo sottoporre a controlli radiografici. Prima che il detenuto fosse sottoposto agli esami, però, ha avvertito dolori allo stomaco». Si trattava di un quantitativo di 50 grammi di hashish che erano stati occultati. «Il carcere minorile di Airola - sostiene Capece - non è nuovo a detenuti che sfruttano tale opportunità con finalità rieducativa per introdurre sostanze stupefacenti di vario genere. Un plauso va alla Polizia penitenziaria per la brillante operazione svolta che ha condotto a risultati eccellenti. Si meritano una lode dal Ministero, questi uomini in divisa che ogni giorno ci rendono orgogliosi di lavorare con loro».
Giovedì 1 Febbraio 2018, 13:36 - Ultimo aggiornamento: 01-02-2018 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP