«Voleva ammazzarmi», parla l'urologo di Avellino aggredito dal paziente

  • 158
L’urologo che un anno fa lo aveva operato è diventato la sua ossessione. Un giovane di 33 anni ha aggredito l’altra sera nel suo studio Ugo Maggio, urologo dell’ospedale «Moscati». L’aggressione è avvenuta l’altra sera in via Ferriera, nello studio del chirurgo. Pochi attimi di violenza in cui si è scatenato l’inferno nello studio medico. Il giovane accompagnato da un’altra persona è entrato nello studio del medico il quale l’ha ricevuto e ha provato a interloquire con lui. Ma non ci sono state ragioni. L’uomo ha inveito fino a rovesciare il tavolo del medico, come ha poi Maggio ha raccontato. Una gragnuola di colpi, il medico si è trovato a terra tra sangue e tumefazioni, finanche le dita delle mani hanno avuto lividi a causa dei colpi, mascella fratturata. A quel punto il medico è caduto a terra e l’uomo gli si è avventato contro a calci e pugni in faccia. I colpi gli hanno causato lividure e forti traumi. I colleghi all’ospedale gli hanno poi refertato le ferite con 40 giorni di prognosi. È partita una querela di parte immediatamente.
Sul Mattino in edicola
Giovedì 22 Giugno 2017, 12:12 - Ultimo aggiornamento: 23-06-2017 10:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP