Choc in Campania, uccide la consorte e poi si suicida. I corpi trovati da moglie del sindaco

di Nicola Diluiso

1
  • 135
Omicidio-suicidio a Villanova del Battista, nell’Avellinese. L’episodio si è verificato intorno alle 21, nel pieno centro del paese, nell’abitazione dove Ponziano Colantuono, 83 anni, e la moglie Antonietta Raduazzo, di 80, abitavano. Ancora sconosciuta la causa che avrebbe innescato la tragedia. Chi li conosceva parla di una coppia unita, nulla che potesse far pensare a una fine così terribile.

A trovare i corpi senza vita in camera da letto, nell'abitazione di via Francesco Cusano, è stata la moglie del sindaco del piccolo comune irpino, la sorella di Ponziano, che quasi giornalmente si preoccupava di far visita alla coppia. Secondo i carabinieri, che stanno conducendo le indagini, la tragedia sarebbe esplosa al culmine di un litigio. L'uomo ha esploso alcuni colpi di arma da fuoco contro la moglie prima di togliersi la vita con la stessa arma. La vita della coppia dei due coniugi, che hanno una figlia che vive in Germania, era stata segnata dalla vicenda di un altro figlio misteriosamente scomparso nel nulla negli anni scorsi. 

Una scena raccapricciante: Antonietta riversa sul divano e a poca distanza il marito. Sul luogo del dramma, in via Francesco Cusano, sono sopraggiunti i carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, coordinati dal capitano Andrea Marchese. Gli inquirenti hanno ascoltato fino a tarda notte i vicini di casa dei coniugi Colantuono. Recuperata l'arma utilizzata per compiere il massacro. La coppia ha un'unica figlia che vive in Germania dopo che negli anni Ottanta un altro figlio è sparito nel nulla. Una vicenda che ha segnato la vita dei due coniugi. 
Sabato 11 Agosto 2018, 00:28 - Ultimo aggiornamento: 12 Agosto, 15:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-08-12 06:55:29
Poverini RIP

QUICKMAP