Tachigrafo manomesso
maxi multa al camionista


La Polizia stradale di Avellino, diretta da Renato Alfano, ha concluso una brillante operazione, che ha permesso di sottoporre a sequestro giudiziario una calamita, applicata sul sensore di movimento, dall’autista di un autoarticolato. 
A cadere nella rete del controllo, operato sull’autostrada A/16 Napoli- Canosa è stato un 53 enne molisano che viaggiava con il cronotachigrafo digitale alterato dall’utilizzo del magnete. Grazie all’espediente, alterava i dati di registrazione delle attività del conducente, i quali sono memorizzati nella memoria di massa del tachigrafo del veicolo commerciale.
L’autotrasportatore, al momento del fermo e del controllo, attraverso la stampa dello scontrino della attività, risultava in attività di riposo, pur avendo percorso diversi centinaia di chilometri.
Questa volta gli operatori di polizia hanno interrotto l’attività illecita tesa ad eludere i controlli dell’autotrasporto che, hanno come scopo principale la salvaguardia della sicurezza della circolazione, rimarcati da precise disposizioni del Ministero dell’Interno. 
Sottoposto il mezzo ad una attenta verifica tecnica, è stata scoperta la calamita, sottoposta a sequestro penale.
Al conducente è stata ritirata la patente per il provvedimento di sospensione ed elevata una multa pari a 1698 euro.
Giovedì 28 Settembre 2017, 21:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP