Strage del bus, Autostrade:
«Richieste del pm sconcertanti»

«Le richieste di condanna appaiono a dir poco sconcertanti, perché non fondate su alcun dato scientifico oggettivo ed in contrasto con quanto emerso in dibattimento». Lo afferma l'avvocato difensore di Autostrade per l'Italia Giorgio Perroni, in relazione alle richieste avanzate oggi dal Procuratore di Avellino nei confronti degli imputati di Autostrade per l'Italia nel processo per l'incidente del bus precipitato dal viadotto Acqualonga.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 16:09 - Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 06:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP