Incendiò la macchina del sindaco di Montoro: finisce agli arresti domiciliari

Una persona è stata posta agli arresti domiciliari dai Carabinieri nell'ambito delle indagini, coordinate
dalla Procura di Avellino, sull'incendio dell'auto del sindaco di Montoro ( Avellino) Mario Bianchino, avvenuto nella notte tra il 19 e il 20 aprile scorsi. I Carabinieri della compagnia di Baiano hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Avellino.
Gli investigatori hanno acquisito le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza installati presso alcuni esercizi pubblici nella zona, che hanno consentito la ricostruzione dell'azione e l'identificazione dell'indagato. L'uomo avrebbe prelevato la benzina dal serbatoio di un proprio attrezzo agricolo, avviandosi poi a piedi in direzione della strada dove era parcheggiata l'auto del primo cittadino di Montoro.
Giunto sul posto ha cosparso il veicolo di benzina dandogli fuoco con un accendino, dileguandosi rapidamente lungo le strade limitrofe. La ragione del gesto sarebbe legata ad «asserite promesse non mantenute», spiega il procuratore di Avellino Rosario Cantelmo.
Martedì 11 Luglio 2017, 13:46 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2017 13:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP