Di Maio in tour ad Avellino:
«Al Sud l'industria del turismo»

ARTICOLI CORRELATI
6
  • 191
«Il Sud deve diventare la più grande industria di turismo in Europa». Lo dice Luigi Di Maio, vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, arrivando ad Avellino per sostenere il candidato sindaco M5S Vincenzo Ciampi.

«Il Sud non lo aiutiamo solo con la risoluzione delle crisi industriali ma anche con un piano di sviluppo», ha detto il vicepremier annunciando le linee guida del suo mandato: «Grazie alle energie rinnovabili e agli investimenti nell'auto elettrica gli stabilimenti del Sud devono riprendere linfa vitale e devono ricominciare a dare posti di lavoro. Questo è un piano industriale che porteremo avanti nei prossimi anni: un piano politico-industriale e a breve avrete ancora più dettagli».

Accompagnato dai parlamentari Carlo Sibilia e Andrea Cioffi, Di Maio ha poi polemizzato coi governi che l'hanno preceduto: «Dicono che è stato creato un milione di posti di lavoro ma io vedo solo sofferenza in giro. Ce la metterò tutta. Quello che voglio fare è, prima di tutto, rendere più umane queste vertenze con la vicinanza dei parlamentari del territorio, che devono poter partecipare a questi tavoli: ho già fatto una circolare in tal senso». Prima del comizio, il ministro ha incontrato due delegazioni di lavoratori della ex Irisbus di Flumeri e dell'Ipercoop di Avellino: «Ho incontrato già alcuni lavoratori di queste aziende - ha detto - che stanno subendo delle crisi, con cassa integrazione e problemi industriali. Al mio ministero ci sono centinaia di vertenze sindacali che dovremo affrontare una alla volta».

Tra le priorità anche le pensioni d'oro: «​Appena arrivato al ministero - ha detto il delegato allo Sviluppo economico e al Lavoro - ho messo il mio staff al lavoro per intervenire sulle pensioni d'oro secondo un criterio. Chi prende più di 5.000 euro netti e non ha mai versato contributi prenderà una pensione corrispondente ai contributi versati». Prima ancora arriverà la legge sui tagli ai vitalizi: «Alla Camera dei deputati sta per arrivare l'approvazione della legge sui tagli ai vitalizi. E io non vorrò essere assente quando la Camera taglierà i vitalizi a persone che hanno distrutto il mio e il vostro futuro, e quello delle generazioni a venire. Non si tratta di una vendetta - ha concluso - ma è in gioco la credibilità dello Stato»
Venerdì 8 Giugno 2018, 12:21 - Ultimo aggiornamento: 9 Giugno, 11:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-06-09 09:16:02
Un Sud di pizzaiuoli e camerieri,subalterno e perennemente legato ad uno stereotipo da anni 50 del secolo scorso.Il Sud come se fosse un'unicum e non avesse caratteristiche e morfologie diverse.Senza offese ma vedere milioni di turisti a Cosenza o ad Ariano irpino,a Foggia, o Castelvolturno mi sembra del tutto improbabile.Il Sud ha bisogno di alfabetizzare i giovani di renderli definitivamente europei.Il primo veo investimento dovrebbe essere in questo senso.
2018-06-09 07:57:57
Turismo al Sud...Solo turismo ? E' la tipica frase della Nomenklatura italo-savoiarda, solo che a pronunciarla è stato un napoletano e non un Savoia. Wuè Giggi' come la mettiamo ? Anche tu ti sei adagiato alla Massoneria del Centro-Nord Italia ? La Borbonia il turismo ce l'ha' per vocazione...Ma anche le industrie pesanti che la Borbonia aveva prima del 1861, servirebbero per permettere a milioni di borbonici di mettere il piatto di maccheroni a tavola...o no ?
2018-06-08 17:15:38
Turismo al Sud ? Questa frase mi sembra di averla sentita già...o no !? OK, lasciamoli lavorare ma per un momento ci vogliamo immaginare cosa avrebbero detto o fatto se costoro erano all'opposizione? niente di diverso dagli attuali avversari ; Il problema in Italia non è politico ma culturale e lo dimostra il fatto che solo un popolo di scarso valore come il nostro sopporterebbe da decenni, mafia, camorra, n'drangheta e corona unita , multinazionali della criminalità che incidono quotidianamente su tutti i processi vitali del Paese. Contro questa gentaglia ci vorrebbe un corteo al giorno con a capo i leader politici e delle istituzioni.... invece silenzio assoluto.
2018-06-08 15:56:23
Ma basta criticare sempre lasciamoli lavorare, che si sono insediati da 2 giorni.
2018-06-08 13:35:49
il ministro si è impaperato. Chi non ha mai versato contributi.........prenderà una pensione in base ai contributi versati. Quanto fa ridere !!.........galera a colui che ha concesso la pensione ??????

QUICKMAP