Scuola media Da Vinci, tutti puniti
gli alunni protagonisti della zuffa

di Alessandra Montalbetti

Notificati gli altri provvedimenti disciplinari per gli alunni della scuola media Leonardo Da Vinci di Avellino, protagonisti della zuffa, avvenuta lo scorso 7 maggio, durante l'orario scolastico, nella quale ad avere la peggio fu un 12enne, costretto a far ricorso alle cure dei sanitari. Il collegio dei docenti, riunitosi martedì scorso, dopo una minuziosa indagine interna, avviata dalla dirigente Giustina Monteforte, durante la quale sono stati ascoltati i quattro ragazzini coinvolti nell'episodio di violenza, ha inflitto un giorno di sospensione, con obbligo di frequenza all'alunno, che sin dall'inizio era stato considerato il responsabile dell'aggressione, difeso dall'avvocato Nicola D'Archi - la cui posizione però nel corso dell'istruttoria disposta dalla preside si è alleggerita - un rimprovero verbale alla vittima dell'aggressione per aver pronunciato frasi offensive nei confronti della madre di uno degli alunni coinvolti, e resta l'incognita per un quarto ragazzo che avrebbe reagito alle parole ingiuriose con uno spintone. I tre provvedimenti notificati nella giornata di ieri, fanno seguito alla decisione adottata dalla scuola di sospendere per due giorni, sempre con obbligo di frequenza, il ragazzino che avrebbe effettivamente inferto i calci e pugni al 12enne, così come emerso dalla ricostruzione dei fatti a seguito dell'audizione dello scorso 18 maggio, durante la quale tutti i protagonisti della vicenda furono convocati, congiuntamente ai loro genitori, per chiarire la loro posizione.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 1 Giugno 2018, 09:50 - Ultimo aggiornamento: 01-06-2018 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP