In giro per estorcere denaro nonostante i domiciliari: arrestati marito e moglie

I carabinieri della compagnia di Baiano hanno tratto in arresto una coppia di coniugi ritenuti responsabili di evasione, tentata estorsione e porto abusivo di coltello.

La sera di Natale, durante un normale controllo alle persone sottoposte a restrizione della libertà personale, i militari della stazione di Avella constatavano che i coniugi, lui 42enne e lei 33enne, entrambi di Sperone e con a carico precedenti di polizia, non erano in casa benché sottoposti agli arresti domiciliari.

Rintracciati dai carabinieri sulla srada statale 7 Bis, i due tentavano vanamente di sfuggire al controllo. Prontamente bloccati, all’esito di perquisizione personale i militari operanti rinvenivano un grosso coltello occultato nella tasca dei pantaloni indossati dall’uomo.

L’immediata attività d’indagine permetteva altresì di stabilire che poco prima gli stessi si erano resi responsabili di una tentata estorsione: con minacce verbali e la foratura dei pneumatici dell’auto cercavano di costringere una persona a consegnare del denaro, che avrebbero verosimilmente utilizzato per l’acquisto di droghe.
 
Mercoledì 27 Dicembre 2017, 14:11 - Ultimo aggiornamento: 27-12-2017 14:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP